Da Finisterre a Santiago de Compostela
11-17 Giugno 2017

Per conoscere lo spirito e l'itinerario del cammino, clicca qui
Cammino nella nebbia Finisterra

11 Giugno:

Abbiamo camminato per ore così

 

Oceano Capo Finisterre nebbia

Nella nebbia appare l'oceano, ci avviciniamo a Finisterre

Giorgio ad un anziano signore: "Arriverà il sole?"
"A la tarde!" risponde lui... con un segno di speranza!

E poi...

Sguardo rapito al tramontoLa sera mi ritrovo

a guardare il sole

Sagoma sul mare al tramonto

che si corica

 con il lenzuolo

dell'oceano!

Quando tutto è silenzio...

allora il silenzio parla...

e tu non puoi fare altro

che ascoltare!

 

 ...oppure sognare leggendo:

Bienvenido al principio del mar,
donde el mundo se llama Fisterra,
donde leyenda y fe se confunden
en un poema de palabras de piedra.

Bienvenido al principio del mar,
que dulce besa la arena,
con olas que son altares,
y flores de primavera.

Bienvenido al principio del mar,
donde cantan sorriendo sirenas,
un cantar luminoso que escuchan
los que vienen siguiendo las estrellas.
(Roberto Traba Velay)
 

Da Lires a Muxia camino de Santiago

 12 giugno: Da Lires Muxia

Muxia campane sulla scogliera

 

13 giugno: Muxia,

le campane sulla scogliera

per segnalare

i naufragi

Hospital cammino Santiago Bonaocrsi

 

14 giugno:

Questa mattina abbiamo chiuso il giro;

siamo tornati al luogo di 4 giorni fa, Hospital,

il paese che non esiste più...

resta solo questa stele.

E finalmente riconosco la Spagna e il "camino":

dopo 2 settimane, oggi sole, caldo e vento

scarpe consumate sul cammino

 

 

16 giugno: Negreira

Ragazzi,

da notare l'usura delle mie scarpe !

 

Domani Santiago... Arrivo!!!

 

Un messaggio lasciato da un pellegrino italiano:

Io vado lento, io vado piano,

chi corre sempre non va lontano.

Il mondo è pieno di cose lente,

chi corre sempre poi non le sente.

Guarda che bello questo universo

se corri sempre te lo sei perso.

Senti che bella questa carezza,

non ci sarebbe senza lentezza.

Rallenta un poco, rallenta ancora,

cosa succede se perdi un'ora?

Fine del cammino di Santiago di Compostela Mauro Bonacorsi

 

 

Ore 11:05 del 17 giugno: Arrivo in piazza dell'Obradoiro,

davanti alla cattedrale di Santiago de Compostela

 

Dopo 1277 km eccomi qua! 

 

"Cammini giorni e giorni, passo dopo passo, infiniti, centinaia, migliaia, milioni di passi... Poi in un attimo realizzi che sei vicino...sei quasi all'arrivo.
Non conta quello che hai fatto sinora...conta solo quello che stai per affrontare e fare.
L'ho realizzato ieri mattina quando piano piano mi avvicinavo a Santiago e i pochi pellegrini che partono per affrontare il giro dell'oceano ti guardano in un modo diverso...
Tutti quelli che passano vanno a Finisterra o a Muxia, ma quasi nessuno torna sin qua a piedi, tutti in pullman.
Vedendoti, forse, si sentono in dovere di agevolarti il passaggio, di sottolineare con piccole frasi la loro ammirazione... Non ti danno il solito
Buen camino!...no, tu non ne hai più bisogno. Allora c'è chi ti cede il passo, chi si inchina, specialmente gli asiatici, chi ti dà un piccolo tocco sulla spalla.
Allora avanti, fatti questi 2 kilometri circa, che poi sei alla fine... La fine?! Ma non esiste la parola fine come pura barriera di una storia...
Come dice la gente di Finisterra: Non è la fine della terra...ma l'inizio del mare... Tutto continua e si muta, tutto va avanti e si trasfroma.
Portico della gloria Santiago di CompostelaSupera ancora questa piccola collina, vai su ancora...ultreia...vedi Santiago...vai sù ancora...suseia...sino al portico della gloria...
Lì ti aspetta
San Giacomo con una semplice frase in mano..."Mi mandò il signore".
Tu lo abbracci e non sai cosa dirci...tutti i giorni gli hai chiesto qualche cosa. Il caldo, il fresco, il bel tempo, la fine della pioggia, la fine di dolori, la fine di una salita, un posto di ristoro, il..., lo..., la... E ora!!! Grazie, Giacomino so solo dire...ma lui capirà.
Passi davanti alle sue spoglie mortali e lo vuoi pregare... a un apostolo cosa si deve dire? San Giacomo, fai che mia madre e mio padre siano in paradiso... a loro devo tanto...
ma allora hai chiesto ancora?! Ahhhh...sì??? Già, ma questo mi è venuto in mente...Magari è il vero perché del mio cammino sin qua.

A tutti voi, che avete seguito il mio pellegrinare su questa finestra di un sito web, grazie!...E sappiate che un'esperienza così è tanto di più...Tanto...intraducibile a parole...provateci!!!
Un saluto da me, Mauro, e dal caro Giacomo!
 

Cerimonia del Botafumeiro nella cattedrale di Santiago di Compostela

 Ultimi giorni di cammino
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Ingrandisci
Spaziatore

km 0.000
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Ingrandisci
Spaziatore

Là dove comincia il mare
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Ingrandisci
Spaziatore

Il vecchio e il mare...
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Ingrandisci
Spaziatore

Si contempla l'infinito
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Ingrandisci
Spaziatore

Dirupo di Finisterre
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Ingrandisci
Spaziatore

Messaggi sparsi...
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Ingrandisci
Spaziatore

Un messaggio per me molto toccante
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Ingrandisci
Spaziatore

Amore per voi...ma non c'era più!
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore

 

Salva Segnala Stampa Esci Home